lunedì 29 novembre 2010

Lesson 30.11.2010


Text analysis audio transcript 9.1 pag 136

Collocations - phrasal verbs - idiomatic expressions
  •  to have a considerable impact on (sth/so)
  • to have a considerable impact in (place)
  • to be seen in the context of
  • a growing concern
  • to rely on
  • to accuse someone over/of sth
  • to go up to
  • to call in
  • to have right to ..
  • the right of someone to ....
  • to take actions against ..
  • social dumping
  • wage dumping
  • collective bargaining
  • fair working conditions
  • regardless of ...



Supporting material to the Laval case

European implications of the Laval case judgment

Da Liberazione: I casi Viking e Laval dicono che la lotta va fatta in Europa


Language focus: pag 105 ex 1-3

  Unit 10 - Reading 1 Comparative Law pp 106-107 ex 1-3

List of legal systems

• Civil Law

• Common Law

• Religious Law (Muslim Law, Hindu Law, Jewish Law)

• Chinese Law

• Socialist Law



Reading 2: Course reader pp107-108 ex 4-5-6

Common Law vs Civil Law



Language Use:

Contrasting

.... is much more detailed than ...

• A major difference between ......is....., whereas ......

• This difference in ..... can be explained by....... while ...

• On the other hand, ...

• rather than ....

• ...., it differs in its importance...

• Conversely, ....

Expressing similarity: share similarities; in both…


Homework


  • Contributo al blog: rivedere tutte le lezioni e intervenire dove non compaiono commenti in merito alla consegna dell’attività
  • Explaining, Comparing and contrastin pag. 109 ex 7-8


8 commenti:

Simona_Cotugno ha detto...

Ecco un piccolo approfondimento sul CIVIL LAW e sul COMMON LAW e sulla loro differenza.Infine lo stesso COMMON LAW contro altri diritti, che molte volte si confondono con quest'ultimo.

CIVIL LAW:
Il civil law è il modello di ordinamento giuridico dominante a livello mondiale.[1] In dottrina si usa contrapporlo correntemente ai sistemi anglosassoni detti di common law, ed è detto perciò anche "diritto continentale", sebbene vi siano alcune aree di mutua influenza sia sotto il profilo normativo che giurisprudenziale. A volte si parla anche di "famiglia dei sistemi romanisti"[2] o di "diritto di tradizione romano-germanica".
I sistemi di civil law si sono sviluppati nell'Europa continentale a partire dal diritto romano-giustinianeo. Sono basati su un ruolo importante dell'università (dottrina giuridica e educazione dei giuristi) e su un sistema di codici (aggregato omogeneo di leggi e norme), i quali adottano categorie giuridiche simili a quelle del diritto romano la cui fonte di legittimazione si consustanzia nella legislazione.
In questi sistemi il giudice dovrebbe attenersi, per quanto possibile, alla lettera della legge ed allo spirito del legislatore, sovrano in quanto direttamente eletto dal popolo.
In effetti, con lo sviluppo del sistema giuridico ha preso sempre maggiore autorevolezza la giurisprudenza, in particolare quella delle corti supreme: le decisioni di tali corti, pur non avendo forza di legge sono infatti utilizzate dai giudici di merito per formare le proprie sentenze in quanto le sentenze delle corti supreme fanno spesso riferimento a norme di ordine superiore quali, ad esempio, la Costituzione o trattati internazionali come quelli relativi ai diritti dell'uomo o ancora, ad esempio, le norme sovranazionali europee.

Simona_Cotugno ha detto...

COMMON LAW:
Il sistema del Common law è un modello di ordinamento giuridico, di matrice anglosassone, basato sulle decisioni giurisprudenziali più che sui codici e sui decreti governativi. Il sistema del Common Law è attualmente in vigore in Australia, Canada (esclusa la regione del Quebec), nel Regno Unito (esclusa la Scozia), e negli Stati Uniti d'America (escluso lo Stato della Louisiana). Altre nazioni, peraltro, hanno adattato il sistema del common law alle loro tradizioni, creando così un sistema misto. Per esempio, l'India e la Nigeria attuano il sistema del common law frammisto a regole giuridiche di stampo religioso.
Il sistema di Common law è contrapposto al sistema del Civil law, l'altra branca della tradizione giuridica occidentale. Il Common law si è sviluppato differentemente dal Civil law per una serie di ragioni strutturali:
la formazione pratica del giurista di Common law (formazione universitaria del giurista di Civil law);
la selezione dei giudici fra i migliori avvocati superiori, i barrister (selezione burocratica dei giudici di civil law);
la precoce centralizzazione ed elevato prestigio delle Corti superiori inglesi (frammentazione delle Corti continentali fino all'assolutismo);
il ridotto ruolo della dottrina giuridica universitaria nella formazione del diritto (elevato ruolo della dottrina continentale);
l'assenza della recezione del diritto romano, salvo influenze su opere dottrinali;
la giurisprudenza è la principale fonte del diritto, con un ridotto intervento del diritto legislativo (il diritto legislativo è prevalente nei paesi di Civil law);
la mancanza delle codificazioni;
l'antica affermazione della Rule of Law (concetto analogo a stato di diritto);
l'obbligatorietà del principio dello stare decisis (a partire dalla metà del XIX secolo);
la mancanza del notariato di tipo latino, le cui funzioni sono svolte dagli avvocati.

Simona_Cotugno ha detto...

COMMON LAW VS. CIVIL LAW:
Nell'accezione più frequente con cui l'espressione viene utilizzata nei paesi di Civil law, Common law si contrappone a Civil law. In tale accezione Common law è usato come sinonimo di diritto anglosassone, mentre Civil law indica i sistemi giuridici “romanistici” propri dei paesi dell'Europa continentale e, almeno formalmente, anche della maggior parte dei paesi extra europei che non abbiano mai avuto rapporti coloniali con la Gran Bretagna. Nel diritto, per Common Law si intende un sistema giuridico di diritto non codificato che si basa su un modello di "precedente giurisprudenziale", attraverso il quale i giudizi vengono stabiliti sulla base di altre precedenti sentenze di casi tra loro molto simili, consolidandosi nel tempo. I sistemi di Civil Law si basano su diritti codificati, ovvero un sistema di norme suddivise in categorie da genus a speciem (codice civile, penale, di procedura civile e penale).


COMMON LAW VS. STATUTE LAW:
Nei paesi di diritto anglosassone il termine Common law designa una delle branche nelle quali si articola il diritto positivo, contrapponendosi quindi a Statute law. In tale accezione Common law designa il complesso di norme di formazione giurisprudenziale che storicamente costituiscono il cardine fondamentale del diritto inglese, mentre Statute law indica il complesso di norme emesse dal legislatore in senso proprio. In tal senso Common law può essere utilizzato quale sinonimo di Case law.

Simona_Cotugno ha detto...

COMMON LAW VS. EQUITY:
All'interno del Common law come sopra descritto, vale a dire del diritto di formazione giurisprudenziale, esiste un'ulteriore bipartizione tra Common law (o semplicemente Law) ed Equity. Tale bipartizione riflette la struttura del sistema di corti inglesi e delle rispettive competenze; si tratta di una bipartizione che ha dato luogo a due filoni giuridici ben separati sino al XIX secolo, allorquando le due gerarchie di corti sono state unificate.
Ciononostante la distinzione tra Law ed Equity rimane tuttora fondamentale sia nel diritto sostanziale che processuale: la differenza si sostanzia in ordine non logico ma procedurale:le azioni e i relativi diritti discendenti dal sistema di Common law (ad es. l'azione di responsabilità per danni) sono detti in law, mentre gli altri diritti e azioni (es. l'azione di risoluzione contrattuale) sono detti in equity.
Il 7º emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che recita:
In Suits at common law [...] the right of trial by jury shall be preserved
si riferisce per l'appunto alle sole azioni in law.
È importante per il giurista continentale rammentare tale ultima bipartizione, in quanto spesso in law viene tradotto come "secondo diritto" e in equity come "secondo equità"; il che è del tutto errato.

Simona_Cotugno ha detto...

Religious Law (Muslim Law, Hindu Law, Jewish Law) :

In some religions, law can be thought of as the ordering principle of reality; knowledge as revealed by a God defining and governing all human affairs. Law, in the religious sense, also includes codes of ethics and morality which are upheld and required by the God. Examples include customary Halakha (Jewish law) and Hindu law, and to an extent, Sharia (Islamic law) and Canon law (Christian law).[1]
Sharia and Canon law differ from other religious laws in that Canon law is the codes of law of the Catholic, Anglican and Orthodox churches (like in a civil law tradition), while Sharia law derives many of its laws from juristic precedent and reasoning by analogy (like in a common law tradition).


In alcune religioni, il diritto può essere pensato come il principio ordinatore della realtà, conoscenza come rivelato da un Dio che definiscono e disciplinano tutte le cose umane. Legge, in senso religioso, comprende anche i codici di etica e moralità che sono rispettati e richiesti da Dio. Gli esempi includono consueto Halakha (Jewish law) and Hindu law, Sharia (Islamic law) e Canon law (Christian law).
Canon e sharia law differiscono da altre leggi religiose del diritto canonico,in questo Canon law comprende i codici di diritto delle chiese cattoliche, anglicane e ortodosse (come in un diritto civile della tradizione-CIVIL LAW), mentre la Sharia trae molte delle sue leggi dal giuridico precedente e dal ragionamento per analogia (come in una legge comune della tradizione-COMMON LAW).

Simona_Cotugno ha detto...

Chinese law is one of the oldest legal traditions in the world. In the 20th and 21st century, law in China has been a complex mix of traditional Chinese approaches and Western influences.
For most of the history of China, its legal system has been based on the Confucian philosophy of social control through moral education, as well as the Legalist emphasis on codified law and criminal sanction. Following the Revolution of 1911, the Republic of China adopted a largely Western-style legal code in the civil law tradition (specifically German-influenced). The establishment of the People's Republic of China in 1949 brought with it a more Soviet-influenced system of socialist law. However, earlier traditions from Chinese history have retained their influence, even to the present.
Law in the People's Republic of China is currently undergoing gradual reform, as many elements inside and outside the country emphasize the need to strengthen the rule of law in China, and international trade and globalization spur transformations in various areas of Chinese domestic law.


La legge cinese è una delle più antiche legale tradizioni del mondo. Nel 20 ° secolo e il 21, il diritto in Cina è stato un complesso mix di approcci tradizionali cinesi e le influenze occidentali.
Per la maggior parte della storia della Cina, il suo sistema legale è stato basato sulla filosofia confuciana del controllo sociale attraverso l'educazione morale.
Dopo la Rivoluzione del 1911, la Repubblica di Cina ha adottato un stile occidentale del codice giuridico in gran parte nel diritto civile tradizionale(CIVIL LAW) (in particolare dall'influenza tedesca). La costituzione della Repubblica popolare cinese nel 1949 ha portato con sé un più influenzato sistema sovietico di diritto socialista . Tuttavia, tradizioni precedenti dalla storia della Cina hanno mantenuto la loro influenza, anche nel presente.
Diritto nella Repubblica popolare cinese è attualmente oggetto di riforma graduale, molti elementi come all'interno e all'esterno del paese sottolineano la necessità di rafforzare la stato di diritto in Cina, il commercio internazionale e la globalizzazione, trasformazioni in diverse aree del diritto interno cinese.

Simona_Cotugno ha detto...

SOCIALIST LAW:
Socialist law is the official name of the legal system used in Communist states. It is based on the civil law system, with major modifications and additions from Marxist-Leninist ideology. There is controversy as to whether socialist law ever constituted a separate legal system or not. If so, prior to the end of the Cold War, Socialist Law would be ranked among the major legal systems of the world. Many contemporary observers no longer consider it to be such, due to similarities with the civil law system and the fact that it is no longer in widespread use following the dismantling of most communist states.
While civil law systems have traditionally put great pains in defining the notion of private property, how it may be acquired, transferred, or lost, socialist law systems provide for most property to be owned by the state or by agricultural co-operatives, and having special courts and laws for state enterprises.
Many scholars argue that socialist law was not a separate legal classification. Although the command economy approach of the communist states meant that property could not be owned, the Soviet Union always had a civil code, courts that interpreted this civil code, and a civil law approach to legal reasoning (thus, both legal process and legal reasoning were largely analogous to the French or German civil code system). Legal systems in all socialist states preserved formal criteria of the Romano-Germanic civil law; for this reason, law theorists in post-socialist states usually consider the Socialist law as a particular case of the Romano-Germanic civil law. Cases of development of common law into Socialist law are unknown because of incompatibility of basic principles of these two systems (common law presumes influential rule-making role of courts while courts in socialist states play a dependent role).
According to Karl Marx and other socialist thinkers, socialism and law are incompatible. It has been argued that the aspects of socialist law derived from Stalinism are in fact found elsewhere in the world in other jurisdictions and are thus not truly socialist.

Simona_Cotugno ha detto...

legge socialista è il funzionario nome del sistema giuridico utilizzato in stati comunisti. Essa si basa sul diritto civile del sistema, con modifiche ed aggiunte importanti di ideologia marxista-leninista. C'è polemica sul fatto che il diritto socialista non ha mai costituito un sistema legale separato o non. In caso affermativo, prima della fine della Guerra Fredda, la legge socialista si sarebbe classificata tra i principali sistemi giuridici del mondo. Molti osservatori contemporanei non lo considerano tale, per analogie con il sistema del diritto civile e il fatto che non è più in uso diffuso in seguito allo smantellamento della maggior parte degli stati comunisti.
Mentre i sistemi di civil law hanno tradizionalmente posto grande cura nel definire la nozione di proprietà privata, come può essere acquistato, trasferito, o perso, i sistemi di diritto dei socialisti prevedono per la maggior parte delle proprietà di essere proprietà dello stato o cooperative agricole.
Molti studiosi sostengono che la legge socialista non era una classificazione giuridica separata.Anche se il comando sull'approccio dell'economia degli Stati comunisti significava che la proprietà non poteva essere considerata di proprietà, l' Unione Sovietica ha sempre avuto un codice civile, i giudici hanno interpretato questo codice civile, (così, sia nella giurisdizione e nel ragionamento giuridico sono stati in gran parte analoghi ai sistemi di codice civile francesi o tedeschi). I sistemi giuridici in tutti gli stati socialisti conservano criteri formali di diritto civile Romano-germanico, per questo motivo, i teorici del diritto socialista hanno di solito considerato la legge socialista come un caso particolare del diritto civile germanico-Romano. Casi di sviluppo del diritto comune nel diritto socialista sono sconosciuti a causa di incompatibilità dei principi di base di questi due sistemi (common law presuppone influente la regolamentazione in materia che spetta ai giudici, mentre ai giudici degli Stati socialisti un ruolo a carico).
Secondo Karl Marx e altri pensatori socialisti, il socialismo e la legge sono incompatibili. È stato affermato che gli aspetti di diritto socialista derivati da stalinismo si trovano infatti nel resto del mondo in altre giurisdizioni e non sono quindi veramente socialiste.